Elisa BelveriLa prima volta di Elisa Belveri è stata un’esperienza elettrizzante. Lo si evince dall’entusiasmo con cui ha risposto alle nostre domande. Per lei posare sul set della testata giornalistica Piacenza Night è stato un momento magico. “Era anche la prima volta che posavo di fronte a un vero fotografo,” ci ha raccontando descrivendo la sua giornata di lavoro con Nicola Bellotti e con il suo staff. “Mi sono sentita a mio agio e ho imparato piccoli segreti di postura che cambiano in modo notevole l’effetto che si vuole dare alla fotografia”. Come abbiamo anticipato, per Elisa è stata la prima volta su un vero set. “Il mio rapporto con la fotografia non è poi così intenso”, ha ammesso. “Non seguo molto tutto ciò che riguarda il glamour, anche se devo ammettere che è stata un esperienza che ripeterei molto volentieri”. Essere al centro dell’attenzione, trovarsi sulla copertina di un magazine con i riflettori puntati addosso è certamente una cosa emozionante.

“Credo che il mondo della moda sia affascinante per chi lo guarda da casa sul divano, ma molto duro e impegnativo… e pieno di sacrifici per chi lo esercita in modo professionale”. Elisa ha le idee chiare. “Non credo potrebbe essere il mio ambiente, innanzitutto perché le modelle proposte oggi sono troppo magre, e il magro/anoressico non fa per me. Mi piace vedere quando sfilano ragazze già famose, che di mestiere sono magari attrici o presentatrici, perché possono sfilare con il loro peso naturale e non con un modello imposto… Ma a chi piacciono ragazze così scheletriche?”.

Già. A chi piacciono? A noi no sicuro. Combattiamo da anni contro lo stereotipo di una bellezza aliena e totalmente incompatibile con uno stile di vita sano. Ma torniamo ad Elisa. “Nella vita privata e di tutti i giorni sono una ragazza semplicissima. Cresciuta in un piccolo paese di (quasi) montagna, circondata solo da natura. I miei genitori mi hanno dato tutto ciò che potevano, ma sempre ricordandomi di essere cordiale e rispettosa nei confronti degli altri. Cosa che purtroppo nella nuova società è raro trovare”.

Elisa Belveri si è trovata ad affrontare anche il tema del nudo, di come una modella si rapporta con il proprio corpo, specialmente la prima volta. “Vi stupirò, ma ho un ottimo rapporto con il mio corpo. Credo. Direi quasi ottimo. Ho imparato a convivere con tutto ciò che fa parte di me (imperfezioni comprese). Ho impiegato un po di tempo per arrivare a questa accomodante conclusione, perche diciamolo, quando una persona sta bene con sé stessa e ha una buona relazione con il proprio corpo, è già a meta strada. Comunque se potessi vorrei avere più forme…”