Alessia Marcuzzi nuda calendario Max E’ uno dei volti televisivi più importanti degli ultimi anni. Bella, carismatica, brillante, intelligente, spiritosa: Alessia Marcuzzi ha costruito con intelligenza la propria immagine pubblica, rimanendo pulita e credibile fin dai suoi esordi, negli anni ’90, quando ha accettato di posare nuda per i calendari di Max e Panorama. Per lei hanno lavorato due dei fotografi più talentuosi del mondo, già allora all’apice delle rispettive carriere. Stiamo parlando del re del bianco e nero, Andreas H. Bitesnich, e del maestro italiano del ritratto, Fabrizio Ferri.
Alessia Marcuzzi era già talmente amata che il suo primo calendario (pubblicato da Max nel 1998 e nel quale posava nuda per la prima volta), è andato esaurito in poche ore in tutte le edicole del Paese. In quegli anni, la sua immagine era legata a programmi di successo come Colpo di fulmine, Festivalbar (di cui ha condotto sette edizioni) e soprattutto “Mai Dire Gol”.
La sua seconda esperienza con il nudo d’autore è avvenuta nel 2000, quando ha accettato di realizzare un calendario per Panorama, mettendosi nelle sapienti mani di Fabrizio Ferri.